Login    Password  

[Registrati]    [Recupera Password]

            

Disturbi alla quiete

  Scrittura verde Marocco
in salive di cenere,
secche e rilassate
come manto erboso a luglio.

Un riso sguaiato e fittizio
ma riconosciuto tale e compreso,
inclina nervi di plastica
che aprono teli di stasi
e sentimenti su sentimenti.

Profondità di passaggio,
qui è caldo tremendo
o insopportabile umidità,
è una sciocchezza tonight.

Trattamento d`eccezione,
mimando combattivi avvisi
su sacchi ricolmi d`odio nero.

Ragazzini uguali a donne
e donne nel settore degli infami,
amara constatazione all`alba
tra pratiche d`exit e voice.



Condividi questa Poesia!

Tweet




 L'Autore della Poesia
Autore: carlo_mitoli
Data Pubblicazione: 16/06/2005
Lascia un commento alla poesia

 Commento dell'Autore
vorrei stare tranquillo grazie...
difficile...visto che il gentile sesso o è fin troppo razionale con me e si scade nella prevedibilità...
oppure è esageratamente isterico...e si scivola comunque nella prevedibiltà...
disturbandomi...


 Commenti alla Poesia

Lascia un commento alla poesia

^_^ di ery lasciato il 18/06/2005 12:08:51
mammamiaaaa

la prima strofa è spettacolare...è un insieme di immagini splendidamente efficace...e poi sei te...un po` meno ermetico ma sempre meraviglioso.
padrone di parole e immagini...e rendi perfettamente il senso...

Bravo poeta...spero che ti lascino tranquillo...:-)

nessun oggetto. di perla lasciato il 16/06/2005 16:34:25
"Ragazzini uguali a donne.."
"teli di stasi.."
"insopportabile umidità.."

Razionalità che diviene prevedibilità,
isteria che diviene nuovamente prevedibilità,
ove è l`Essenza della Donna?
Della Donna?

In qual corpo ed anima,
tu Straniero, ricerchi Luogo?

Tocca mura vicine,
graffia mani, gronda sangue, avanza lontano..
Allontana odore acre.

Innalza diverso spirito.
Il Tuo.




 Tutte le poesie di carlo_mitoli
- paradise beach   - sacre scritture   - circuito cosmico   - parola infelice   - natura avversa   - la nuova società   - il sentiero tra le fronde   - visual levels   - ego nell’eco   - sete   - disagio celeste   - pura accademia   - dannati umani   - cielo, terra e mare   - azzurro e arancio   - definizioni di stile   - precipitazioni   - panna avariata   - bestie ed onesti   - tre,quattro,cinque,sei versi   - pomeriggio cieco   - l`arte della mediocrità   - gomma e sangue   - risveglio dei sensi   - disturbi alla quiete   - esasperate novità   - distesi nel blu   - la brutta stagione   - ultimo periodo   - voglia di giovinezza   - perversa eleganza della malinconia   - poemetto del disprezzo   - primavera (estate)   - divina diversità   - psycho notte   - amico picaro   - monologo parallelo   - tre gradi   - sciocca filastrocca   - volo di rondine   - d'amore deluso   - il sogno dei sogni   - rinnovato credito   - come una donna...   - perché sia ispirazione...   - passionale lettera ad un muro   - sguardi su sguardi   - così come viene...   - ho rabbia...   - tracce di chiarore   - vi devo delle scuse...   - domenica di inspiegabili nostalgie   - voci nel nulla   - intermezzo (parte seconda)   - strade   - 17 marzo   - diario quotidiano   - il respiro del mondo   - brutti affari   - zone d'ombra   - scritture ubriache   - cane da guerra   - credo...   - intermezzo (parte prima)   - conosco un amore vero...   - luce della candela   - grigio di cielo   - buonanotte...   - buio vuoto   - povertà di spirito   - viaggi anonimi   - occhi tristi   - quattro mura   - l`artista   - scrivo...   - dottrina della perfezione   - ti va?   - una parola   - vorrei ringraziarti   - passeggiata di novembre   - donna ideale   - l`arcobaleno   - aiutatemi a capire...   - schiavo   - sorella musica   - sesso e poesia   - tra sogno e realtà   - il paradiso   - arriverà l`inverno   - (tentativo di) rime moderne   - soltanto un ricordo   - mamma...scusa...   - una vita di bugie   - a chiunque mi giudica   - città dimenticata   - amante stella   - mille sorrisi   - nello specchio   - fragile eternita`   - pioggia che asciuga   - fiumi   - altrove   - il gabbiano   - tutto   - salvezza  


 Note Legali
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.
Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonchè qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione dell'Autore, è punita con le sanzioni previste dagli Art. 171 e 171-ter della suddetta legge.